• images/front_slide/ham_spirit.jpg
  • images/front_slide/prociv.jpg
  • images/front_slide/sperimentazione.jpg

Legge legittima difesa, cosa cambia per i radioamatori

Stampa
Creato Domenica, 31 Marzo 2019

    
   LEGGE SULLA LEGITTIMA DIFESA

 cosa cambia per
i radioamatori

FOOL'S DAY


Con la recente approvazione della modifica del testo di legge sulla legittima difesa sono state
introdotte delle modifiche anche nella legislazione inerente i radioamatori attraverso l'ultimo articolo, il n.10, che vale la pena di conoscere per evitare problematiche future.

Il testo di legge  N. 5, 199, 234, 253, 392, 412, 563 e 652-B è composto sostanzialmente questi articoli:
Art. 1. 
(Modifiche all'articolo 52 del codice penale)

Art. 2. 
(Modifica all'articolo 55 del codice penale)

Art. 3. 
(Modifica all'articolo 165 del codice penale)

Art. 4. 
(Modifiche all'articolo 614 del codice penale)

Art. 5. 
(Modifiche all'articolo 624-bis del codice penale)

Art. 6. 
(Modifiche all'articolo 628 del codice penale)

Art. 7. 
(Modifica all'articolo 2044 del codice civile)

Art. 8. 
(Disposizioni in materia di spese di giustizia)

Art. 9. 
(Modifica all'articolo 132-bis delle norme di attuazione del codice di procedura penale)

Art. 10.
(Modifica all'articolo 10 allegato 26 D.Lgs259 - 2003 Radioamatori)

Art.10 - Radioamatori


comma a - Le apparecchiature radio in uso dei radioamatori , essendo strumenti radioelettrici dalla potenziale difesa e offesa , hanno l'obbligo della denuncia annuale  di possesso presso l'agenzia di pubblica sicurezza nazionale, con l'invio di copia al Ministero dello Sviluppo Economico  Comunicazioni. In caso di rottamazione dovranno essere riconsegnati gli elementi di potenza finali agli organi di vigilanza.

comma b - Le tipologie di detti strumenti  che operano delle gamme basse  in modalità analogica non possono essere utilizzate oltre la finalità radioamatoriale, mentre per le categorie della gamme alte ( onde metriche) in modalità analogica e digitale, vista la possibilità di cifratura delle stesse possono essere utilizzate quali strumenti di difesa personale nella propria abitazione, per chiamate alle forze dell'ordine in caso di attacco alla propria sicurezza e dei propri componenti familiari, limitatamente alla fase difensiva dall'atto criminoso.

comma c - Le stesse antenne delle apparecchiature di cui al comma b, possono essere utilizzate  altresì quali corpi contundenti  nella propria difesa personale, senza che vengano riconosciuti come armi improprie, fatto salvo quanto disposto nel comma A.

comma d - in caso di utilizzo di apparati radio come strumenti radioelettrici da difesa  tipo  faser elettroshock, la potenza massima utilizzabile ammessa sarà di 475 w in onde basse, e di  23,5 w in onde metriche e superiori con sole modulazioni digitali e antenne di tipo loop.

comma e
- il cittadino radioamatore che ometta di comunicare ogni azione di legittima difesa personale perpetrata tramite le proprie apparecchiature oggetto della propria stazione da radioamatore, non potrà essere  oggetto di richieste di risarcimenti da parte di eventuali disturbatori  ricorsi a cure mediche dopo tale azione, ma sarà reguardito pubblicamente presso l'ispettorato di competenza.

U.P.A -  C.I.S.A.R.

© Content Copyright by C.I.S.A.R. 2012

Joomla 1.6 Templates designed by Joomla Hosting Reviews